I MIEI LIBRI


Maldindia (Polaris 2016)

Mosaico di racconti per avvicinarsi al Subcontinente e provare a comprenderne le sue ricchezze, diversità e contrasti. Chiave di lettura per l’infinito universo indiano, dove moderno e antico si rincorrono per confondere il viaggiatore, ammaliarlo e catturarlo.

Vi ritroverete a correre sui marciapiedi a due piani di Calcutta, inseguiti da un venditore di ombrelli rotti, tra elefanti fermi al semaforo nel cuore di Mumbai, seduti in un vagone di terza classe sul Toy Train delle Nilgiri Hills, o urlando a squarciagola nella borsa del pepe di Cochin. Sempre alla scoperta di questa grande bellezza che è l’India!

 

“A teatro, con Pierpaolo Di Nardo, ho scoperto che il Maldindia può essere contagioso. Ora che passa attraverso le pagine di questo libro, si fa ancor più straordinariamente virale”.

Edoardo Vigna - Corriere della Sera.



India del Sud: nella terra degli dei  (Polaris 2010)

Questa guida di viaggio raccoglie 15 anni di viaggi, racconti, sguardi e incontri. Frutto di intensi giorni passati in India, questo lavoro mette insieme cartine e disegni fatti a mano, fotografie e musiche, cerimonie sacre vissute nei templi, appunti (scritti in treno) sulla spiritualità dell’India. Chilometri percorsi a piedi nelle campagne tropicali del Maharastra; tempo sospeso sulle acque immobili delle backwaters del Kerala. Musica, cinema, teatro, danza, storia dell’arte, ayurveda, yoga sono tutti argomenti trattati nella guida che è anche ricca di cartine, itinerari classici o inconsueti (raccontati in prima persona), approfondimenti culturali sulla storia e sulla vita religiosa del paese.



India del Nord: trecento trenta milioni di dei e un popolo solo (Polaris 2003)

"L’India è una porta sempre aperta. L’India è una casa accogliente che cambia una volta per tutte l’esistenza”.

Questa guida mescola viaggi, episodi, racconti e incontri; parla della musica e del cinema indiano, del teatro e degli dei indù, vi porta alla scoperta dei tesori dei Maharaja del Rajasthan, sulle rive del Gange nella città sacra di Benares, negli sperduti monasteri del Ladakh nella valle dell’Indo, si inerpica nelle valli del Sikkim ai piedi dell’Himalaya, si perde nelle strade affollate di Calcutta e di Delhi, e tra le tribù remote dell’Arunachal Pradesh. Un viaggio infinito che bisogna concedersi almeno una volta nella vita!